Bologna incontri

Fatti sugli americani e incontri online

Negli oltre due decenni dal lancio dei siti di incontri commerciali come Match.com, gli incontri online si sono evoluti in un settore multimiliardario che serve clienti in tutto il mondo. Un nuovo studio del Pew Research Center esplora come i siti di incontri e le app hanno trasformato il modo in cui gli americani si incontrano e sviluppano le relazioni e come gli utenti di questi servizi si sentono a proposito degli incontri online.
Tre adulti americani su dieci dicono di aver mai utilizzato un sito di incontri o un’app, ma questo varia in modo significativo in base all’età e all’orientamento sessuale. Mentre il 48% dei giovani tra i 18 e i 29 anni afferma di aver mai utilizzato un sito di incontri o un’applicazione, la percentuale è del 38% tra i 30 e i 49 anni e ancora più bassa per i 50 e più anziani (16%). Allo stesso tempo, le esperienze personali con gli incontri online sono molto diverse a seconda dell’orientamento sessuale. Gli adulti lesbiche, gay o bisessuali (LGB) hanno circa il doppio delle probabilità di chi è etero di dire di aver mai usato una piattaforma di incontri (55% vs. 28%).
Circa sei persone su dieci (57%) dichiarano di aver avuto un’esperienza complessivamente positiva con queste piattaforme, tra cui il 14% che descrive la loro esperienza come molto positiva e il 43% che afferma che è stata in qualche modo positiva. Meno utenti – anche se ancora circa quattro su dieci – descrivono la loro esperienza di incontri online come almeno un po’ negativa, tra cui il 9% che la descrive come molto negativa.

Agenzia matrimoniale bologna

Bologna incontriLe valutazioni delle persone sulle loro esperienze di incontri online variano molto in base a fattori socioeconomici. Circa sei su dieci persone con una laurea o un diploma avanzato (63%) dicono che la loro esperienza è stata molto o in qualche modo positiva, rispetto al 47% di coloro che hanno un diploma di scuola superiore o meno. Le valutazioni che i daters online danno la loro esperienza complessiva non variano statisticamente in base al sesso o alla razza e all’etnia.

La maggior parte dei daters online dice che è stato almeno un po’ facile trovare partner potenzialmente compatibili. Molti daters online dicono di aver potuto trovare su queste piattaforme persone da cui erano fisicamente attratti, che condividevano i loro hobby e interessi, che sembravano persone che avrebbero voluto incontrare di persona o che cercavano lo stesso tipo di relazione. Allo stesso tempo, ci sono alcune differenze di genere nel modo in cui gli utenti dicono che è stato difficile o facile trovare partner compatibili.

Ad esempio, le donne che hanno mai utilizzato un sito di incontri o un’app hanno più probabilità degli uomini di dire che hanno trovato molto o un po’ difficile trovare persone da cui sono fisicamente attratte (36% vs. 21%) o che amano qualcuno che vorrebbero incontrare di persona (39% vs. 32%). Al contrario, gli utenti maschi sono più inclini, rispetto alle donne, a dire che è stato almeno un po’ difficile trovare persone che condividessero i loro hobby e interessi (41% vs. 30%).

Le donne sono più propense degli uomini a classificare alcune informazioni come essenziali da vedere nei profili degli altri utenti. Tra i daters online, il 72% delle donne afferma che per loro era molto importante che i profili che guardavano comprendessero il tipo di relazione che la persona cercava, rispetto a circa la metà degli uomini (53%). Le donne che hanno avuto appuntamenti online sono anche più propense degli uomini a dire che era molto importante per loro che i profili che hanno guardato includessero il credo religioso di una persona (32% vs. 18%), l’occupazione (27% vs. 8%) o l’altezza (22% vs. 8%).

Mariposa bologna

Altre differenze di genere – come l’importanza degli utenti, compresi i loro hobby e interessi, il loro background razziale o etnico o la loro affiliazione politica – sono più modeste.
Le donne più giovani sono particolarmente propense a segnalare di avere interazioni problematiche sulle piattaforme di incontri online. Circa tre su dieci o più utenti di incontri online affermano che qualcuno ha continuato a contattarle su un sito di incontri o un’applicazione dopo aver dichiarato di non essere interessato (37%), ha inviato loro un messaggio o un’immagine sessualmente esplicita che non hanno chiesto (35%) o le ha chiamate con un nome offensivo (28%). Circa uno su dieci (9%) dicono che un altro utente ha triplicato per danneggiarli fisicamente.

Queste percentuali sono ancora più alte tra le donne più giovani. Sei su dieci utenti di sesso femminile di età compresa tra i 18 e i 34 anni affermano che qualcuno su un sito di incontri o un’app ha continuato a contattarli dopo aver detto di non essere interessato, mentre il 57% riferisce che un altro utente ha inviato loro un messaggio o un’immagine sessualmente esplicita che non avevano chiesto. Allo stesso tempo, il 44% riferisce che qualcuno li ha chiamati con un nome offensivo su un sito di incontri o un’app, mentre il 19% afferma di aver avuto qualcuno che li ha minacciati di fargli del male fisicamente.
Gli americani hanno opinioni diverse sulla sicurezza degli incontri online. Circa la metà degli americani nel complesso (53%) afferma che i siti di incontri e le app sono un modo molto o in qualche modo sicuro di incontrare le persone, mentre il 46% ritiene che non siano troppo o per niente sicuri.

Le percezioni del pubblico sulla sicurezza degli incontri online variano sostanzialmente in base all’esperienza personale. La maggior parte degli americani che ha mai utilizzato un sito di incontri o un’app (71%) vede gli incontri online come un modo molto o poco sicuro per incontrare qualcuno, rispetto al 47% di coloro che non hanno mai utilizzato queste piattaforme.Bologna incontri