Incontri annunci

Annunci trans sassari

Nel 2019, sembra esserci un desiderio di nostalgia per le cose nostalgiche. I giovani amano lavorare a maglia, i bambini chiedono dei giradischi per Natale e i presidenti sono tornati al buon vecchio mestiere di costruire muri.

Forse non dovremmo essere sorpresi, quindi, che anche l’annuncio di incontri personali della vecchia scuola stia tornando di moda. Forse ne conoscete il formato: brevi e candide biografie scritte da persone in cerca d’amore, esposte in luoghi pubblici come i giornali.

Oggi, naturalmente, appaiono su Instagram e Twitter piuttosto che sul retro del giornale del mattino. Gesticolano verso la semplicità, con annunci visualizzati in testo da macchina da scrivere su sfondi semplici, senza bisogno di foto.

Ma hanno una sorta di culto che solo i social media possono accumulare. Su Instagram, una pagina personale LGBTQIA+ ha oltre 60.000 follower e pubblica più annunci al giorno. Le pagine personali di Red Yenta su Twitter (che aiuta i socialisti a trovare amanti politicamente affini), ricevono contributi da tutto il mondo, e anche una pagina personale per persone di colore gay sta prosperando online.
Qualcosa in tutto questo sembra antitetico alla versione 2.0 degli appuntamenti con cui molti millenni sono cresciuti. Nel 2019, ci sono applicazioni in abbondanza, dotate di algoritmi sgargianti, localizzatori GPS e pulsanti “online now” per aiutare le persone a trovare la versione più calda – e più vicina – dell’amore in un batter d’occhio. Perché tornare a un testo in chiaro e a tempi di attesa più lunghi quando si può trovare la persona più disponibile proprio qui, proprio ora?

Ma è chiaro che c’è un certo appetito. Tanto, infatti, che quando Kelly Rakowski, 39 anni, ha creato per la prima volta un documento online che chiedeva alle persone di inviare proposte per una pagina di annunci personali, ne è rimasta sopraffatta.

Annunci scomparse

Dating ads“Ha davvero nevicato. All’inizio ne ho ricevuto un paio di dozzine, poi all’improvviso ho ricevuto forse 500 contributi ogni due giorni”, dice Rakowski.

La sua pagina è diventata così popolare che ha dovuto portare degli stagisti per aiutarla a gestire il flusso di candidature. Ora ha incontrato il destino di tutto ciò che diventa popolare su internet: dopo quasi 50.000 dollari di donazioni attraverso Kickstarter, Rakowski sta creando un’applicazione.

Attribuisce l’attenzione alle persone che hanno fame di trovare connessioni più autentiche online – qualcosa che non è favorita dalle tradizionali app per gli appuntamenti, dove le persone “buttano fuori un egoista e forse un emoji carino, ma non imparano molto sulla persona”.
Le app moderne funzionano più come le slot machine che gli organizzatori di incontri: guardare le foto e strisciare da sinistra a destra non solo crea forte dipendenza, ma raramente si traduce in relazioni durature.

Scrivere una descrizione di se stessi e pubblicarla online, d’altra parte, rallenta completamente il processo degli appuntamenti.

In primo luogo, costringe le persone a sedersi e a pensare a chi sono e a cosa desiderano. Si trova il coraggio di inviare la propria scrittura, e poi è un gioco di attesa: gli annunci possono richiedere fino a cinque settimane per essere inviati, più il tempo di attesa per le risposte.

“È un processo sincero. Sei più vulnerabile e la gente risponde davvero”, dice Rakowski.

Per la 26enne Marisa Rosa Grant, che ha già pubblicato due annunci personali di successo su Instagram, l’appello è che le persone potrebbero effettivamente parlare con lei dal retro di un annuncio personale.

Annunci trans a caltanissetta

Ha trascorso molto tempo sulle app per gli appuntamenti prima di passare agli annunci personali, e ha avuto difficoltà ad ottenere risposte – qualcosa che sospetta in gran parte ha a che fare con l’essere nero e queer.

Le prove indicano che probabilmente ha ragione. Come in tutti i mercati, nel mondo degli incontri online ci sono chiari vincitori e perdenti – e le donne nere ottengono un accordo particolarmente difficile. Le donne nere sono le meno propense a ricevere messaggi su alcune app per gli incontri, e le ricerche mostrano che una persona bianca è 10 volte meno propensa a mandare un messaggio a una persona di colore online che non viceversa.

Le stesse app sono in parte responsabili di questo. Alcune, come Grindr e Hinge, permettono alle persone di filtrare chi vedono per razza.

Aggiungete a questo il fatto che quasi nessuna app esiste solo per le donne gay, o per le persone che sono gender-queer o trans, e potete capire perché le normali app per gli appuntamenti sono un ambiente ostile per le donne queer di colore.
La rinascita degli annunci personali rappresenta un rifiuto della mentalità da mercato della carne delle tradizionali piattaforme di incontri, perché il focus dell’annuncio è la personalità.

Mindy Isser, che ha co-fondato Red Yenta, la piattaforma di incontri per socialisti, dice: “Non è la foto che ti attira, questa è la distinzione chiave. Naturalmente a tutti noi interessa l’aspetto delle persone – è una parte fondamentale delle relazioni – ma diciamo che non è l’unica parte”.

Il formato incoraggia l’apertura, perché prima si legge e poi si guarda. Se la biografia di una persona ti canta, c’è la possibilità che gli attributi fisici vengano trascurati, o che le persone finiscano per scegliere qualcuno con cui normalmente non si vedrebbero.

Per Grant, questo è stato di grande aiuto. L’annuncio pubblicitario di Grant recita: “Sono una lesbica nera di Toronto in cerca di amici, baci e coccole per quando vado a Brooklyn per affari! Mi piace mangiare, ballare, fare festa e fare arte e amare 😉 Incontriamoci? Fammi fare un giro”. Da quando l’ha postato, ha avuto circa 30 risposte – un enorme vantaggio su quello che avrebbe ottenuto con una normale app per appuntamenti.

“Penso che la differenza sia che quando qualcuno vede il tuo personale e i tuoi messaggi, sai che in realtà ci ha messo del tempo per leggerlo”, dice Grant. “Credo che dia più possibilità alle persone, soprattutto a quelle di colore”.

Grant si descrive come non conforme al genere, il che non si traduce facilmente nella maggior parte delle app, dove molte persone decidono se parlare ulteriormente sulla base di una sola foto.

Annunci single

“Il mio genere è così fluido che potrei presentare più femminile in una foto, o completamente maschile in un’altra – la gente potrebbe guardare una foto e pensare: ‘Oh, è un po’ mascolina, non mi piace’,” dice.

Gli annunci di incontri personali sono meno prescrittivi. Quando qualcuno scrive il proprio annuncio, non deve barrare una casella per il genere, può usare i pronomi che gli piacciono e non deve dire se gli piacciono solo gli uomini o le donne.
Permette anche alle persone di prendere il controllo delle parti di loro che vengono giudicate. Per esempio, molte pubblicità usano la parola “grasso” o “grasso” in un modo celebrativo piuttosto che degradante – un ben lontano dalla vergogna del grasso di alcune app. Se qualcuno non vuole essere giudicato per il suo peso, non deve assolutamente menzionarlo.

“È un esercizio interessante per le persone doversi descrivere in poche parole e ottenere informazioni su se stessi in modo molto veloce”, dice Marissa Brostoff di Red Yenta.

Per Brostoff e Isser, l’intero processo di scrittura di un annuncio personale è un atto di rivoluzione. Brostoff dice: “C’è qualcosa di eccitante nel fatto che non abbiamo bisogno dell’apparato di dating [che è attualmente in vigore] solo per incontrarci. È davvero la cosa tecnologicamente più semplice che si possa fare, eppure funziona. Questo è potenziare”.

A parte la politica, c’è, ovviamente, un elemento voyeuristico nella popolarità degli annunci personali. Quando vai su una pagina personale, che tu intenda partecipare o meno, lo fai già solo leggendola. E ci si sente cattivi – come guardare le lettere d’amore di qualcuno.

Grant lo descrive come un raro raggio di sole in un paesaggio altrimenti tetro dei social media.

“È bello avere un posto dove si sa che qualsiasi cosa la gente scriva è sempre positiva, perché è solo in cerca di compagnia”, dice.Dating ads