Incontri gay napoli

10 Regole semplici per uscire con i gay

Non illuderlo. Se non ti piace così tanto, diglielo e continua a muoverti. Non uscire con lui perché ha un bell’appartamento o un cazzo enorme. Prendere in giro qualcuno significa che ti piace il fatto che qualcuno sia interessato a te. Immaginate che la persona che state prendendo in giro sia un cagnolino peloso e carino che è sempre così eccitato di vedervi. Quando prendi in giro qualcuno, prendi a calci quel cane dall’altra parte della strada quando sei annoiato da lui.

Uno dei miei amici è andato a un paio di appuntamenti con questo ragazzo che gli ha detto che sarebbe tornato in Australia all’improvviso, così non poteva uscire con nessuno o fare qualcosa a lungo termine. Dimmi perché ho incontrato questo ragazzo qualche settimana fa a Shoreditch e la prima cosa che ho pensato è stata: Gurl wut? Tutti diciamo bugie bianche di tanto in tanto, ma non c’è bisogno di inventarsi una nuova identità solo per farti piacere un ragazzo sexy. O gli piaci o non gli piaci. Mentire ora significa solo dover raccontare bugie sempre più elaborate in seguito.

Per favore, smettetela di descrivervi come “straight-acting”. Non per fare la parte di Judith Butler, ma cosa significa essere etero, soprattutto se si tratta di una recita? Alcuni ragazzi sembrano naturalmente più mascolini di altri, ma questo non significa che il resto di noi che non sta in una scatola così stretta sia una persona terribile o un cattivo succhiacazzi.

Una volta sono uscita con qualcuno che aveva Grindr aperto e lo stava digitando mentre camminavamo per strada. Forse non ci piacevamo, va bene, ma posso avere un po’ di buone maniere? Accidenti. Ragazzi, non aprite il vostro profilo di Grindr durante l’appuntamento, nemmeno quando andate di nascosto in bagno. Niente uccide l’atmosfera più di quella dannata notifica “bbbbuuuuuurp!”, o come quando tiri fuori il tuo telefono per mostrare al tuo appuntamento qualche video YouTube fico e hai 22 notifiche Grindr.

Milf Napoli

Incontri gay napoliSe mai, anche solo per un secondo, doveste chiedervi se è interessato a voi, non lo è.

Usa una foto recente. Anche il tuo dildo ha una macchina fotografica, quindi non c’è motivo per cui la tua foto sia del 2012. Questa persona ti incontrerà e scoprirà comunque il tuo aspetto, quindi tanto vale trattarlo con i veri beni.

Non scusarti per quello che sei. Sii esattamente chi sei in questo momento, qualunque cosa significhi, e abbi fiducia nel fatto che un giorno qualcuno ti “prenderà”. Ti vorrà perché sei tu, non perché sei un tipo da telefono. L’eccitazione svanisce, ma l’individualità è eterna.

Sappiate cosa volete prima di firmare per qualsiasi cosa. Non cercate di capirlo mentre siete impegnati con qualcuno. È così che i sentimenti vengono feriti.

Non accontentarti mai. Ci sono troppi ragazzi là fuori per accontentarsi di qualcuno che non ti rende completamente felice.

Probabilmente la cosa più importante da notare, però, è che tutto è negoziabile. Non ci sono due relazioni uguali, e questo perché ogni relazione è diversa dall’altra. Tutto è possibile in un rapporto, purché se ne parli e lo si metta sul tavolo fin dall’inizio. Quindi, prima di imbrogliare, pensate di chiedere al vostro partner come si sente ad avere una relazione aperta. Prima di scaricare Grindr – anche solo per “vedere chi c’è in giro” – ditelo al vostro partner in modo che non vi becchino o che uno dei suoi amici vi mandi una screengrap del vostro profil

Nel mondo degli incontri gay, la regola dei tre giorni va così: aspetta tre giorni dopo il primo appuntamento prima di chiamare o inviare un SMS. Sembra abbastanza semplice, fino a quando non si inizia a pensarci. Chiami il terzo giorno… o aspetti tre giorni e poi chiami il quarto giorno? Il primo giorno è il giorno della data, o il giorno dopo? E se ti chiama prima di allora?

Questo non è uno di quei “suoni al cuore” della tradizione degli appuntamenti – francamente, sono solo sciocchezze. A tutti i cantanti, ecco il mio proclama: Non c’è un calendario “corretto” negli appuntamenti. Ogni relazione è unica, così come ogni processo di datazione che porta a una relazione. Lasciate che le cose si muovano al loro ritmo; lavorate sull’istinto, su ciò che sembra naturale e giusto.

La ragione principale per non seguire la regola dei tre giorni è che si tratta segretamente del cosiddetto ‘inseguimento’ infame. Non so voi, ma io voglio iniziare una collaborazione a lungo termine con qualcuno a cui piaccio, non con qualcuno che è interessato perché sembro distaccato. Quest’ultimo potrebbe sembrare figo ed enigmatico per un breve periodo, ma non è la base per un rapporto duraturo e significativo.

Fare la prima mossa può effettivamente alleviare molto la pressione.

Se sei preoccupato di apparire troppo entusiasta, prenditi un momento. Riesaminate la situazione. Regole arbitrarie possono rendere le cose più stressanti del necessario. Non è un gioco da ragazzi, potete chiamare quando volete. Numerosi studi nel corso degli anni hanno scoperto più volte che gli individui che parlano chiaro sono percepiti come persone migliori – non c’è confusione, si limitano a metterlo in pratica e lasciano che l’altra persona ne faccia quello che vuole. Se il vostro appuntamento è più preoccupato del numero di giorni o ore che avete aspettato prima di telefonargli, è molto probabile che siate comunque ben fotografati! Di certo non è un probabile candidato per il vostro compagno di vita.

Quindi, se state cercando qualcosa che sostituisca la regola dei tre giorni, ecco i miei due penny: mandare un SMS.

Invece di chiamare il vostro appuntamento uno, due, tre giorni dopo, inviategli un SMS dopo aver lasciato la vostra compagnia. Dagli un’ora o giù di lì e poi scrivi qualcosa del tipo “Mi sono divertito molto stasera”. È il modo perfetto per a) fargli sapere che stai pensando a lui e che vuoi rivederlo e b) indicare che saresti interessata a un altro appuntamento. Non c’è la pressione di una telefonata e non c’è l’imbarazzante attesa. Come e quando risponde diventa quindi una sua prerogativa. Le comunicazioni sono ora aperte. Siete interessati. La loro mossa. O sono interessati, o non lo sono. Semplice.

Ora, invece di passare tre giorni a sottolineare il loro livello di interesse. Stai già andando avanti. Prossimo passo, incontri esclusivi! Evviva!

Navigare nel mondo sempre più complesso degli incontri può confondere e stancare. Qui a Vida, non solo offriamo non solo il matchmaking, ma anche il relationship coaching, con la nostra esperta di incontri Madeleine Mason Roantree, che ha più di 15 anni di esperienza nell’aiutare le persone di tutti gli ambienti a trovare il loro partner ideale. Perché non alzare il telefono e parlare con la nostra organizzatrice di incontri gay designata Emma per vedere se questo è qualcosa su cui possiamo lavorare insieme – e aiutarvi a trovare il vero amore. Alla Vida Consultancy, abbiamo una rete esclusiva di alcuni degli uomini gay più eccezionali del mondo, tutti in attesa di incontrare quella persona speciale. Mettiti in contatto oggi – trova l’uomo dei tuoi sogni domani.Incontri gay napoli