Incontri pesaro

Pesaro incontri

A marzo, la vita amorosa di Alexandra Glaser si è fermata – e non era sola. Per la product manager trentatreenne del Museum of Modern Art di New York è stata una strana sensazione: Proprio come il rapido filmato della sua corsa quotidiana per la città, era abituata ad andare avanti con la sua vita. Tra un evento di lavoro e una cena con gli amici, si stringeva tra un appuntamento e l’altro, aspettandosi di sistemarsi con un partner a lungo termine e forse anche di mettere su famiglia nei prossimi anni. Ma quando la Covid-19 colpì, i suoi piani, come quelli di molti altri, cominciarono a sgretolarsi. “La pandemia sta ritardando una relazione che speravo si realizzasse”, dice Glaser. “Il tempo passa”.

Anche coloro che non hanno intenzione di sposarsi a breve, sono preoccupati che la pandemia possa ridurre il numero di persone che conosceranno nel corso della loro vita, rendendo più difficile trovare un coniuge. Prendiamo Johnny Bui, 22enne all’ultimo anno del Babson College di Wellesley, Massachusetts. Non vedeva l’ora di incontrare persone nel campus quest’anno, sapendo che il college offre più opportunità di trovare un partner romantico di quante ne avrà mai più. Ma la socializzazione è ora considerata un rischio per la salute, e Bui è stato in gran parte confinato nella sua stanza del dormitorio. “La mia generazione non ha le stesse opportunità di socializzare come le precedenti”, dice. “I miei amici che si sono già laureati lavorano da casa e incontrano ancora meno persone”.

Covid-19 ha reso gli appuntamenti più difficili e laboriosi di quanto non fossero prima, mi hanno detto i single in più di una dozzina di interviste. Le app sono ora uno degli unici modi per incontrare persone, ma possono volerci settimane o mesi per mettere offline una storia d’amore in erba. Anche allora, le relazioni promettenti a volte non riescono ad andare da nessuna parte perché le persone non sono al loro meglio in questo momento: Essere circondati da malattie, morte e instabilità finanziaria richiede un tributo emotivo. (Questo è in parte il motivo per cui i tassi di matrimonio sono crollati sia durante la Grande Depressione che durante la Seconda Guerra Mondiale).

Single pesaro

Incontri pesaroPer certi versi, la pandemia non ha fatto altro che esacerbare i problemi di datazione che si erano accumulati negli ultimi anni. Quasi la metà degli americani dice che la datazione è più difficile ora rispetto a dieci anni fa. Questo coincide con l’aumento delle applicazioni di dating, che stanno diventando sempre più il modo principale per trovare l’amore: Il 39 per cento delle coppie eterosessuali e circa il 65 per cento delle coppie gay si sono incontrati online nel 2017, secondo uno studio della Stanford University del 2019. Ma anche se le app per gli appuntamenti aumentano il numero di potenziali partner, molte persone dicono che possono far sentire impersonali gli appuntamenti, aumentando al contempo il rischio di essere ingannati o molestati sessualmente.

Accoppiate questo con il fatto che i millenni stanno ritardando il matrimonio o non si sposano affatto, il che significa che stanno spendendo più tempo della loro vita frequentando gli appuntamenti rispetto alle generazioni precedenti. Millennials e Gen Z hanno anche meno sesso rispetto alle generazioni precedenti per molte ragioni – tra cui il fatto che hanno meno probabilità di stare in una coppia.

Covid-19 sta amplificando tutti questi problemi, e Glaser e Bui non sono soli nelle loro frustrazioni. Come ho riportato questa storia, ho parlato con persone single tra i 20 e i 30 anni provenienti da una serie di background socioeconomici e di orientamenti sessuali, insieme a ricercatori che studiano come la crisi stia cambiando il panorama degli incontri. Tutti hanno descritto come il ritmo degli appuntamenti sia rallentato, rendendo più difficile e dispendioso in termini di tempo l’inizio di relazioni romantiche. Ora, i single cominciano a preoccuparsi che questo possa avere un effetto domino sulla loro vita, facendo deragliare i loro progetti di matrimonio e di creazione di una famiglia.
Ho passato molto tempo a pensare a effetti domino come questi. Nel mio libro, The Rocket Years: How Your Twenties Launch The Rest of Your Life, approfondisco la scienza sociale su come si svolgono le decisioni dei giovani adulti nei decenni successivi. Le piccole scelte apparentemente insignificanti che facciamo nei nostri vent’anni possono influenzare la nostra vita quotidiana fino alla vecchiaia, proprio come i cambiamenti infinitesimali nella traiettoria di volo di un razzo possono fare la differenza tra l’atterraggio su Marte o Saturno. I dati mostrano che le persone che stabiliscono abitudini di esercizio fisico alla fine dei vent’anni possono aggiungere fino a due anni in più alla loro vita; coloro che votano solo una volta a vent’anni sono probabilmente elettori per tutta la vita; gli hobby casuali che raccogliamo come ventenni sono gli stessi che faremo in pensione.

Per molti versi, i giovani di oggi sono profondamente consapevoli che le decisioni che prendono si ripercuoteranno nel futuro. Ecco perché, come ha rivelato la mia ricerca, trascorrono i loro vent’anni preoccupati di trovare la carriera giusta, che li terrà intellettualmente impegnati e propositivi per i decenni a venire. Ma quando arrivano alla fine dei vent’anni e all’inizio dei trent’anni, trovare un compagno di vita diventa una preoccupazione dominante. Questo è dovuto in gran parte al fatto che molte persone cominciano a sentire il loro orologio biologico che ticchetta.

Prenditi una cotta pandemica

Non tutti vogliono sposarsi o diventare genitori e, di fatto, i millenni americani si stanno sempre più allontanando da entrambe le scelte. Ma per il 42 per cento delle persone che vogliono dei figli e per il 34 per cento che non ne è sicuro, la pressione per trovare un partner inizia a crescere con l’avvento delle preoccupazioni sulla fertilità. Molti sono ora preoccupati che la pandemia possa silurare questa linea temporale compressa e già stressante.

“Questo non sarebbe stato un problema quando le persone si sposavano a vent’anni e potevano aspettare due anni di pandemia”, dice Riki Thompson, professore associato presso l’Università di Washington Tacoma che studia come le persone stanno usando le tecnologie di incontri online per trovare una connessione. “Quando si inizia ad estendere il processo di corteggiamento – cosa che sta sicuramente accadendo proprio ora – allora chiunque abbia un periodo di tempo limitato ne soffrirà”.

C’è un accordo unanime sia tra i single che tra i ricercatori sul fatto che Covid-19 ha frenato gli appuntamenti. Per prima cosa, ci sono meno posti per incontrare nuove persone. Prima della pandemia, molte coppie si incontravano ancora a scuola, tra amici e parenti, in chiesa o nei bar; ora gli incontri si sono spostati quasi completamente online. Match Group, che possiede decine di app per gli incontri – tra cui Tinder, OkCupid e Hinge – ha registrato un aumento dell’11% degli abbonati medi nel giro di un anno, un guadagno di circa un milione rispetto allo stesso trimestre dell’anno scorso. E anche se gli incontri online avevano la reputazione di essere veloci, permettendo alle persone di passare attraverso le partite con abbandono, questo non è più il caso. “Il ritmo degli incontri sta rallentando”, dice Amarnath Thombre, CEO di Match Group America. I nostri dati mostrano che le persone sono più selettive e più intenzionali nei confronti delle persone a cui si rivolgono in primo luogo”. Questo ha portato a meno fantasmi – in parte, pensiamo, perché gli utenti non stanno inseguendo così tante persone allo stesso tempo”.

In passato, le persone usavano le app per filtrare le partite, per poi incontrarsi di persona il più rapidamente possibile. Ma nei primi due mesi della pandemia, i sondaggi del Match Group hanno rilevato che la maggior parte degli utenti non voleva affatto uscire di casa, dice Thombre. In questi giorni, con la riapertura delle città, alcuni single si impegnano in un ampio processo di screening per determinare se correre il rischio di incontrare qualcuno faccia a faccia. Questo ha dato vita a un fenomeno del tutto nuovo: la data video. Molte app, tra cui Match, Tinder e Hinge, sono ora dotate di una funzione video che permette agli incontri di chattare. Se le cose vanno bene, mi hanno detto molti daters, si spostano su FaceTime o Zoom prima di affrontare l’argomento dell’appuntamento offline. “Vogliono essere sicuri che la persona che stanno incontrando valga la pena di farsi avanti”, dice Thombre. “La posta in gioco è più alta”.

Prima di incontrarsi, mi hanno detto gli accompagnatori, gli incontri fanno “il discorsetto” su quello che si sentono a proprio agio a fare ad un appuntamento, che molti dicevano ricordasse le conversazioni sui confini sessuali. Devono rimanere mascherati per tutto il tempo? La cena al coperto è fuori questione? Una donna sui vent’anni mi ha detto di essere rimasta sbalordita quando l’appuntamento l’ha abbracciata al loro primo incontro. Non avevano discusso di farlo, e si sentivano stranamente intimi dopo tanti mesi di non avere alcun contatto umano. È diventato subito chiaro che non erano compatibili, e lei dice che la delusione ha colpito più del solito, perché aveva perso più tempo del solito – e si era presa così tanti rischi – per incontrare questa persona.Incontri pesaro