Videochat gay

Camere di chat online gratis

LoveScout24

On LoveScout24, with about five million users. Although the platform still falls into the pattern of serious dating, many members are primarily interested in making casual acquaintances.

ChatRandom​

ChatRandom

The multi-stage introduction process, which can begin, for example, with sending a "smile" makes it easier for them to get started. In this way, users get to know members who may not match their ideals, but behind whom their dream partner can still hide.

chatroulette

ChatRoulette

ChatRoulette, with millions users another big fish in the partner exchange pool.

Le migliori app per gli incontri gay, il sesso gay e il romanticismo gay

Quindi il tuo culo gay è in cerca d’amore. O il sesso. Amore o sesso. Forse entrambi. Probabilmente nessuno dei due, se siete qui, perché siete arrivati a un articolo sulle migliori app per gli appuntamenti gay.

Le app per gli appuntamenti gay sono una piaga. Sono anche una necessità. Indovinate un po’: è tutta tecnologia. L’omosessualità non ti rende peggiore, o migliore, delle comodità della società moderna. Il fatto è che si differenziano dalle offerte standard, anche quando si è sulle offerte standard: la natura clandestina dell’amore gay e un decennio di Grindr significano che anche nei luoghi più banali si trova un modo per cambiarlo. Là fuori è un deserto e può essere terrificante se non umiliante.

Abbiamo anche a che fare con un periodo in cui una comunità, costruita sulla vita notturna e su spazi sicuri, è costretta a rimanere a casa: potrebbe essere che le app per gli incontri gay siano ora il vostro modo predominante di interagire con la comunità. La posta in gioco è più alta, le esigenze sono diverse. Non è mai stato un momento così strano per cercare di capire le app per gli incontri gay, soprattutto ora Grindr sta diventando un luogo per conversazioni con uomini che potresti non toccare per mesi.

Prendete spunto da un sodomita che sa: sono uscito a modo mio attraverso più continenti, ho superato, ho toppato, ho toccato il fondo, ho avuto rapporti a tre sconsigliabili, ho navigato dicendo di no alla folla HnH, ho perso quelli che avrebbero dovuto essere LTR e ho avuto LTR con persone che avrei dovuto evitare. Ho incontrato alcuni degli uomini più incredibili della mia vita sulle app, e anche alcuni dei peggiori. Detto questo, alcuni dei più grandi sacchi di merda che ho lasciato entrare nel mio letto erano persone che ho incontrato nei caffè e nei bar (e anche alcuni degli uomini migliori del mondo). Nessun posto è sicuro, nessun posto è perfetto, nessun posto è perfetto, nessun posto è male. Nessuno si presenterà alla tua porta: se vuoi la monogamia, o il poliamore, dovrai lavorare per ottenerla.
Sapevamo tutti che avremmo cominciato da qui. Miss thing è lo standard, l’OG, il monolito nero apparso davanti agli scimpanzé nel 2001: Odissea nello spazio e ha cambiato il volto dell’uomo. Tranne che in questo caso, tutti i primati stanno urlando “Hai una foto del cazzo? Got a dick pic!?”

Videochat gayGrindr stabilisce il modello di base di come tutti gli incontri gay sono o non sono: tutto è reattivo a Grindr, che lo voglia o meno, quindi se ti piace o non ti piace questa app formulerà il punto di partenza. Grindr, fondamentalmente, si basa sulla localizzazione: gli uomini appaiono in ordine di prossimità discendente e tutto il resto va da lì. Si può filtrare per varie categorie, ma fondamentalmente, più sono vicini e più li vedrete. Abituati a vedere le stesse 30 facce e abituati a incontrarle a Waitrose ogni sabato, anche dopo che ti hanno rifiutato.

La cosa più benedetta e maledetta di Grindr è – perché è così onnipresente – che è davvero una chiesa ampia. Qui troverete i feticisti che cercano solo di assecondare la loro perversione (va benissimo!), le coppie in cerca di un terzo (anch’esse benissimo!), le persone che cercano di organizzare feste di chemioterapia (un po’ meno benevole!), le escort che cercano di trovare clientela (dovrebbe andare meglio!), i ragazzi etero senza una foto sulla caccia o sul cazzo (un cespuglio molto spinoso!) e forse, solo forse, una persona di G B o T in cerca di un aggancio o di un appuntamento.

Gay videochat

Grindr è migliorato molto nel corso degli anni: ora hai la possibilità di pubblicare più foto, di avvisare qualcuno se ti piace senza dover dire una parola, e di ricevere notifiche sanguinose senza pagare.
Ci sono anche alcune interessanti aggiunte di recente, tra cui i profili dei fatti che ora permettono di menzionare le vostre preferenze sull’essere inviati, o ricevere, NSFW. È possibile impegnarsi in tutti i soliti ritmi di conversazione – “Ehi, wuuu2?”, “Hai pix?”, “Top o btm?”, “Host o viaggio?”, “Into smell?”, “Into smell?”. – oppure potete provare a suonarla un po’ diversamente. Nessuna ombra, tutta T: Grindr è la più economica ed ergonomica delle piattaforme per incontri e se non è la tua scena – se stai cercando il nebuloso, wibbly-wobbly badinage dell’interazione umana – questo non è quello per cui questo menu è stato mai progettato. Detto questo, potreste trovare alcune persone che cercano la conversazione! Non è impossibile! Ma non giudicate le persone se non è per questo che sono qui: Grindr ha un ruolo molto utilitaristico e lo fa bene. Nessuno è entrato nel mondo digitale alla ricerca della polizia sessuale puritana. Non giudicare nessuno e non giudicare nessuno.
In superficie, Scruff è Grindr-per-gente-con-la-barba. Tende ad attrarre uomini più anziani e trasandati e, grazie ad alcune delle sue caratteristiche di design e alla sua popolazione di cuccioli, ha una reputazione più che altro di eloquenza. Ha anche la caratteristica “woof”, ora ripresa da Grindr e dalla sua concorrenza, che agisce come un modo veloce per dire: “Che si parli o meno, non sbagliate: voglio toccare questo”.

Quando usavo Chappy ai miei tempi, la sua vendita principale era la scala scorrevole in cima: scorrevole in una direzione e si poteva filtrare per gli uomini che cercavano “mr right”. Facendo scorrere la levetta nell’altra direzione si ottiene “mr right now”. Dato che era nuova, e in ritardo rispetto alla festa, significava che le persone che affollavano l’app erano quelle stanche del mercato attuale e alla ricerca di qualcosa di nuovo. Avevo un rapporto abbastanza alto di buoni appuntamenti, aneddoticamente. La scala ha cambiato quello che permette di filtrare e stanno ancora cercando di stabilirsi su quali saranno esattamente i due poli, ma può essere utile per chi vuole – senza bloccare conto dopo conto – un modo per trovare persone che cercano esattamente lo stesso risultato.

Viene dalle persone che stanno dietro a Bumble (e ad altre app) ed è nato dal desiderio di fornire un’alternativa al mercato centrato su Grindr. Ha, probabilmente, una piscina più piccola, ma una piscina che ne ha abbastanza delle altre opzioni e cerca qualcosa di diverso. Se questa è stata la vostra esperienza fino ad ora, probabilmente troverete qualcuno che la pensa come voi.

Videochat online

Degno di nota: come parte della famiglia Badoo e Bumble, Chappy ha anche servizi di video-appuntamenti disponibili per gli utenti se volete incontrare le persone con cui parlate ma non siete ancora a vostro agio nell’incontrarvi di persona.
Precedentemente noto come “Mister”, Mr X è pensato per gli uomini gay di età superiore ai 30 anni. Non è particolarmente competente, o particolarmente jazzistico, e quando si arriva ad applicazioni più piccole con nicchie meno conosciute spesso è solo un gruppo più piccolo delle stesse persone che hai visto su Grindr e Scruff. Ma Mr X esiste davvero. Da quando è tornato sotto il suo nuovo nome, un po’ fantascientifico, Mr X lavora anche in background per cercare di trovarvi dei potenziali partner che corrispondano al tipo di uomini che state già cercando di frequentare (molte app tengono traccia delle categorie a cui appartiene la maggior parte degli uomini a cui state cercando di cinguettare: I dati di Scruff che spesso ho trovato pericolosamente illuminanti). In questo modo non è dissimile da Hinge ed è disponibile anche sul desktop.

Il fondatore di Mr X, Carl Sandler, ha fondato anche Daddyhunt – un’app pensata per incontrare “papà” – e Knki, un’app per le persone della comunità fetish. Se uno dei due è di vostro gusto, potrebbe anche valere la pena di provarli.Videochat gay